Omicidio Lequile, nel cellulare del 31enne spunta un video in cui si esercita con la pistola. Caccia al complice

Omicidio Lequile, nel cellulare del 31enne spunta un video in cui si esercita con la pistola. Caccia al complice
Leccenews24 INTERNO

Il 31enne aveva immaginato di essere stato ripreso mentre tornava a casa, più o meno alle 23.30.

Fondamentale è stato il racconto drammatico della moglie del pensionato che era con lui negli ultimi istanti della sua vita.

A premere il grilletto, secondo le indagini, sarebbe stato un albanese di 31anni Paulin Macaj accusato, tra le altre cose, di omicidio.

Il ragazzo ha raccontato di aver visto un uomo avvicinarsi ad un pozzo con una busta in plastica bianca che non aveva più con sé quando è tornato indietro. (Leccenews24)

Ne parlano anche altre fonti

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (quotidianodipuglia.it)

La rapina finita male potrebbe non essere l’unica pista perseguibile dagli agenti che stanno indagando sull’omicidio di Giovanni Caramuscio, ex direttore di banca di 69 anni ora in pensione, che è stato freddato a colpi di pistola poco prima della mezzanotte di ieri mentre prelevava dei contanti da un bancomat di Lequile, sotto lo sguardo impotente della moglie che lo attendeva in macchina. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Paulin Mecaj, albanese, 31enne, dovrà rispondere, in concorso con un altro soggetto in corso di identificazione, dell’omicidio di Giovanni Caramuscio. C’era anche la pistola che aveva sparato e che Mecaj aveva tentato di nascondere all’interno di una pianta ornamentale (LecceSette)

Omicidio Lequile, Mecaj si esercitava con la pistola. Le foto nel cellulare

Anche in questo momento l'Arma ne sta eseguendo altre Perquisizioni in corso. LELE – Quel moto di ribellione alla prepotenza dei rapinatori è stato il certificato della sua condanna a morte. (LeccePrima)

Una tragedia che lascia attonite due comunità salentine, quella di Lequile e quella di Monteroni. Il rapinatore colpito cade per terra, l’altro inizia a sparare come un forsennato, tre colpi, due dei quali raggiugono il pensionato al petto. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Una volta entrati lo hanno trovato in evidente stato di agitazione, a torso nudo, bagnato e vestito con bermuda. Tenuto sotto torchio per tutta la mattinata di sabato il 31enne è stato sottoposto a fermo dopo qualche ora ma non ha confessato. (TeleRama News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr