Bimbo si schiaccia un dito all'asilo a Crema, indagata la sindaca Stefania Bonaldi

Bimbo si schiaccia un dito all'asilo a Crema, indagata la sindaca Stefania Bonaldi
ilmessaggero.it INTERNO

Come si può indagare un Sindaco perché un bimbo dell’asilo prende le dita in mezzo alla porta?

Stefania è una delle sindache più brave d'Italia e non si farà di certo fermare da certe sciocchezze».

Un abbraccio forte a Stefania Bonaldi.

Alla sindaca Bonaldi la Procura di Cremona contesta la mancanza di dispositivi idonei ad evitare la chiusura automatica della porta.

La sindaca di Crema Stefania Bonaldi ha ricevuto un avviso di garanzia perché a un bimbo di un asilo nido comunale sono rimaste schiacciate le dita in una porta. (ilmessaggero.it)

Su altri media

di Pier Giorgio Ruggeri CREMA (Cremona) "Gentili consiglieri, ho ricevuto un avviso di garanzia". L’ipotesi dei pm è che lei avrebbe dovuto impedire che la porta si chiudesse automaticamente. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

«Non chiediamo l'immunità o l'impunità, chiediamo di liberare i sindaci da responsabilità non proprie. A partire dalla diretta interessata, «avvilita» per l'episodio, la Bonaldi chiede «che aumentino le tutele giuridiche» per i sindaci. (il Giornale)

Anche altri sindaci - come Dario Nardella, Virginia Raggi, Virginio Merola e Antonio Decaro (presidente dell’Anci) - hanno espresso solidarietà a Bonaldi. Un avviso di garanzia perché a ottobre scorso non ha impedito che un bimbo a scuola si schiacciasse le dita in una porta. (La Stampa)

Bimbo si fa male a scuola, indagata la Sindaca di Crema. I primi cittadini: “Ora basta, così non si va avanti”

Così accade che a Crema la sindaca Stefania Bonaldi si ritrovi con un avviso di garanzia perché un bambino si è schiacciato due dita in una porta tagliafuoco (con effetti non irreversibili) in una scuola materna. (Il Riformista)

Alla sindaca Bonaldi la Procura di Cremona contesta la mancanza di dispositivi idonei ad evitare la chiusura automatica della porta. Per la quale «forse è il caso di rivedere il tema della responsabilità dei sindaci che sono chiamati a rispondere di tutto. (Corriere della Sera)

E di qui sorge il dovere di svolgere accertamenti per ogni fatto astrattamente previsto come reato dalla legge”. Ma mi pare corretto prospettate anche un differente punto di vista, più articolato e meno immediato, che a mio parere merita altrettanto rispetto”, quello appunto dei genitori. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr