Strangola la compagna e chiama i carabinieri. La vittima è una studentessa di Medicina

Il Mattino di Padova INTERNO

Il femminicidio è avvenuto in provincia di Messina. FURCI SICULO (MESSINA).

E’ accaduto questa mattina in una villetta di Furci Siculo, piccolo comune sulla fascia ionica della provincia di Messina.

La vittima, Lorena Quaranta, era una studentessa universitaria della facoltà di medicina, a Messina.

Ha ucciso la giovane fidanzata e ha tentato poi di suicidarsi, quindi ha chiamato i carabinieri che lo hanno arrestato. (Il Mattino di Padova)

La notizia riportata su altri giornali

Questo quanto scrivono i colleghi di corso di Lorena Quaranta, la giovane di 27 anni di Favara, vittima oggi di femminicidio. Una donna dolce e gentile che condivideva con noi i sogni e i sacrifici di chi si prepara a diventare un medico, perché il valore più alto che conosce è la Vita”. (Grandangolo Agrigento)

Sul posto investigatori e medico legale. La Procura di Messina ha aperto una inchiesta coordinata dal Procuratore Maurizio de Lucia. (StatoQuotidiano.it)

Si tratta di due studenti della Facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università di Messina. La vittima sarebbe stata strangolata e il giovane avrebbe poi tentato di togliersi dalla vita senza riuscirci. (MeridioNews - Edizione Palermo)

Il giovane è stato trasportato al Policlinico di Messina, dove è piantonato dai carabinieri. Sul posto l'ambulanza del 118, ma per la donna non c'è stato niente da fare. Tragedia stamani a Furci Siculo. (Tempo Stretto)

Antonio viene descritto come un ragazzo tranquillo, equilibrato, in pubblico nessuno dei due aveva mai dato modo di pensare che fosse una relazione malsana. Dopo la laurea Lorena si sarebbe dovuta specializzare in pediatria. (Leggo.it)

Sentito per tutto il giorno dai carabinieri, ancora in stato di choc, avrebbe dato una ricostruzione confusa dei fatti. Femminicidio a Furci Siculo, in provincia di Messina. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr