COVID-19: IN ARRIVO CONTRIBUTI PER GLI ASILI NIDO PRIVATI

Controluce Notizia Controluce Notizia (Interno)

E’ inutile dire che lo sforzo sin qui messo in campo da parte di tutte queste realtà è da considerarsi autenticamente eccezionale dal punto di vista della solidarietà umana.

http://www.regione.lazio.it/rl_main/?vw=newsDettaglio&id=5545.

Se ne è parlato anche su altri giornali

Dispiace e preoccupa constatare che il recente ‘Decreto Rilancio’ approvato dal governo dimentichi i più piccoli, relegando ad un ruolo di assoluta marginalità anche i gestori dei nidi privati, che costituiscono una ricchezza irrinunciabile per il nostro territorio”. (askanews)

Maestre, educatrici e genitori degli asili privati piemontesi schierati in silenzio in piazza Castello. Hanno indossato magliette bianche e portato con sé ciucci, bambole e orsacchiotti, rispondendo all’appello nazionale in 8 città del comitato EduChiAmo creato per fronteggiare l’emergenza Covid. (Corriere della Sera)

"Ho dovuto dire ai miei lavoratori che probabilmente cesserò l'attività, così come dovrò dirlo alle famiglie che mi hanno scelto. Cinzia D'Alessandro è la titolare di un nido e una scuola dell'infanzia a Milano (La7)

Tenuto conto che la spesa per i nidi è di 88 euro l’anno per un bambino residente in Calabria e di 2.209 euro l’anno nella Provincia Autonoma di Trento. Inderogabili, secondo l’Onu, «anche in situazioni di crisi economica, disastri naturali o altre emergenze». (Quotidiano del Sud)

Una protesta nel rispetto delle regole e del distanziamento sociale organizzata dal comitato nazionale EduChiAmo: "Il silenzio sui servizi educativi 0-6 è tombale dopo il DPCM sulle riaperture firmato dal Presidente Conte: parliamo di più di 10.000 le strutture in tutta Italia dimenticate anche dal Decreto Rilancio che oltre a non essere oggetto di alcun piano di riapertura – ha spiegato a Fanpage. (Milano Fanpage.it)

La Regione Lazio vuole così garantire che la ripartenza cominci dai più piccoli, attraverso un intervento tempestivo e tangibile». Ma anche fornendo un aiuto agli operatori del settore, che così potranno sostenere le spese di sanificazione, manutenzione e l'acquisto dei dispositivi di protezione individuale (Dpi). (ciociariaoggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr