Morto Antonio Prisco, uomo simbolo della battaglia dei riders napoletani

Morto Antonio Prisco, uomo simbolo della battaglia dei riders napoletani
Corriere del Mezzogiorno INTERNO

Antonio è sempre stato una persona generosa come poche.

Sono centinaia i messaggi che si rincorrono in queste ore sui social.

Il cordoglio sui social. «Antonio Prisco è andato via».

Si è sempre battuto per tutti, credendoci con quella traccia riconoscibile di verità propria di chi il disagio lo vive sulla propria pelle

Ha passato la sua vita a lottare contro una società escludente e lontana dal dare le stesse possibilità a tutti. (Corriere del Mezzogiorno)

Su altre testate

E’ morto all’età di 37 anni Antonio Prisco, rider e componente del direttivo Nidil Cgil Napoli. In una nota congiunta le segreterie di Cgil e Nidil Cgil della Campania e di Napoli hanno espresso il proprio cordoglio per la sua scomparsa. (Teleclubitalia.it)

In una nota congiunta le segreterie di Cgil e Nidil Cgil della Campania e di Napoli hanno espresso il proprio cordoglio per la sua scomparsa. “È con profondo dolore e tristezza che abbiamo appreso della scomparsa del compagno Antonio Prisco, componente del direttivo della Nidil Cgil Napoli. (NapoliToday)

Aveva 39 anni Antonio Prisco, rider e punto di riferimento sindacale per la categoria, morto nella serata di giovedì 29 aprile a Napoli. L’Udu Napoli, base confederale dell’Unione degli Universitari, lo ricorda così: “Antonio ci ha sempre detto che vola solo chi osa farlo e lui ha sempre volato più in alto di tutti. (Il Riformista)

Napoli, morto Pippo Dalla Vecchia. L'ultima intervista al Mattino: «A 90 anni sogno il futuro di Napoli» - Il Mattino.it

Tragedia tra i vicoli del Vasto, dove ieri sera il sindacalista della Cgil, Antonio Prisco, è stato trovato cadavere nell’appartamento in cui viveva, in via Brindisi. La sua improvvisa scomparsa getta nello sconforto centinaia di studenti e portapizze che ne hanno condiviso il percorso professionale (Il Fatto Vesuviano)

Prisco era un riferimento importante per un settore poco regolamentato, un punto saldo per vecchi e giovani fattorini. (La Repubblica)

Se a vent’anni mi avessero detto che sarei arrivato ai novanta, non ci avrei creduto». «Nella mia vita ho avuto la forza di aggrapparmi a uno scoglio scivoloso e sono riuscito a resistere. (Il Mattino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr