Dettaglio articolo

Dettaglio articolo
Regione Veneto INTERNO

20 luglio 2021. (AVN) – Venezia, 20 luglio 2021. “Faccio gli auguri di pronta guarigione ad Antonio Rossi, compagno di viaggio nella battaglia che ci ha visto, prima, conquistare e, ora, affrontare la grande sfida dell’organizzazione delle Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026.

Così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia formula l’augurio, istituzionale e personale, di pronta guarigione al già campione olimpico di canoa Antonio Rossi, che in prima persona ha seguito fin dall’inizio l’avventura del comitato olimpico veneto-lombardo. (Regione Veneto)

La notizia riportata su altri giornali

di Alessia Piovesan. Abbiamo intervistato Daniele Canella, presidente Federazione Comuni Camposampierese (PD); Anna Maria Giacomelli, direttrice Federazione Comuni Camposampierese (PD); Luca Ferronato, assessore Lavori pubblici Mussolente (VI); Valentina Fietta, assessore ai Fondi Comunitari Mussolente (VI); Simone Bontorin, sindaco Romano d’Ezzelino (VI) Veneto: piccoli comuni crescono grazie all'Europa. (TGR – Rai)

Tant’è, l’ordinanza firmata da Zaia prevede dunque una generica raccomandazione a fare il test «a tutti i soggetti che rientrano o fanno ingresso in Veneto a seguito di soggiorno all’estero». Anche in Veneto abbiamo casi di positività al rientro, poi trasmessa a soggetti che finiscono in ospedale oppure in terapia intensiva (Corriere della Sera)

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha firmato il documento che, «alla luce degli sviluppi della diffusione nel mondo dei contagi da variante Delta del Covid, istituisce misure di controllo e sicurezza per chi arriva negli aeroporti veneti». (L'Amico del Popolo)

Covid, Zaia: "Un no vax non può fare il medico" • Imola Oggi

E' stato il Governatore del Veneto, Luca Zaia, oggi, martedì 20 luglio 2021, a confermare la notizia e poi ha aggiunto che i ricoverati in Veneto, oggi, sono tutti non vaccinati In effetti, il giovanissimo, era positivo al virus che ha preso in forma assai grave: il 21enne di Verona attualmente è ricoverato in terapia intensiva. (Prima Verona)

«Si tratta di un’attività prudenziale - specifica Zaia - che riguarda in particolar modo alcuni Paesi europei per i quali l’Ecdc, l’European Centre for Disease Prevention and Control, segnala delle criticità. (TrevisoToday)

Una delle difficoltà di allontanare i medici che hanno rifiutato il vaccino, ha poi aggiunto Zaia, riguarda il numero sempre più ridotto di medici e sanitari “oggi non siamo nelle condizioni di allontanare medici, lo faremo applicando la legge, ma lo faremo con molta oculatezza”. (Imola Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr