ADL: "Diego è un mito e non si discute, come gli dei dell'Olimpo. Più statue allo stadio"

ADL: Diego è un mito e non si discute, come gli dei dell'Olimpo. Più statue allo stadio
Tutto Napoli SPORT

"Metteremo più statue di Maradona in parti dello stadio e anche negli spogliatoi, così i calciatori potranno toccare la mano o il piede del grande dio del calcio prima di ogni inizio di partita"

Non c'è attore che lo possa imitare e identificare, lui è il Pibe de Oro e sempre lo rimarrà.

Aurelio De Laurentiis ha parlato nel giorno del primo anniversario della scomparsa di Maradona: "Il mito è mito e non si discute, come gli dei dell'Olimpo - ha esordito De Laurentiis. (Tutto Napoli)

Se ne è parlato anche su altri media

Così i giocatori troveranno massima concentrazione”, ha detto parlando con i giornalisti della statua inaugurata fuori dallo stadio di Napoli Omaggio ad un anno dalla scomparsa del campione. (LaPresse) Il presidente del Napoli, Aurelio de Laurentiis, ha portato un cuscino di fiori azzurri e bianchi con il numero 10 al memoriale di Maradona ai Quartieri spagnoli di Napoli per rendere omaggio allo storico murales di Diego Armando Maradona, nel giorno dell’anniversario della morte. (LaPresse)

Lui ci amava, era diventato napoletano. Noi che l'abbiamo conosciuto l'abbiamo amato. (SpazioNapoli)

Valentino Rossi: "Il più grande sportivo di tutti i tempi". . Tanti i messaggi sui social per il primo anniversario dalla scomparsa di Maradona, morto a 60 anni il 25 novembre del 2020. (Sky Sport)

Nino D'Angelo ricorda Maradona: "Era napoletano, aveva il sorriso delle persone buone"

L'affetto delle persone ha aiutato tanto la mia sofferenza. Diego Armando Maradona jr ha partecipato all'iniziativa all'esterno dello statua dove è stata svelata la statua del papà: "Oggi sono solo molto triste, sto cercando di mascherarlo in tutti i modi ma sono molto triste. (Tutto Napoli)

È passato un anno esatto dalla morte di Diego Armando Maradona. De Laurentiis statua Maradona. (SpazioNapoli)

Un’affermazione che corrisponderebbe a dato di fatto dalla prospettiva del metodo di raccolta dei dati dei non-clienti Epik, effettuato attraverso interrogazioni domain whois. Ad affermarlo è Gabriella Coleman alla CNN in Politics 21 settembre: “il dump dei dati ha confermato molti dettagli dell’ecosistema di estrema destra“. (The Intruder News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr