Giorgetti su Tim, 'bene che grande fondo Usa guardi a azienda italiana'

Giorgetti su Tim, 'bene che grande fondo Usa guardi a azienda italiana'
Più informazioni:
Adnkronos ECONOMIA

Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti intervenendo al question time in merito alla proposta di Kkr per il gruppo telefonico.

In generale 'posso assicurare che il governo seguirà con attenzione gli sviluppi della manifestazione interesse di KKr e valuterà attentamente anche con riguardo all'esercizio delle proprie prerogative gli interessi strategici nazionali, il futuro dell'azienda e le prospettive che interessano impresa, i dipendenti, l'infrastruttura e i servizi erogati" ha concluso

E cioè, il tentativo di convincere soggetti internazionali a investire in Italia" ha sottolineato Giorgetti. (Adnkronos)

La notizia riportata su altri media

In pratica, hanno commentato gli analisti, «il piano Kkr, oltre al supporto del Governo, vedrebbe meno ostilità da parte dei concorrenti di Tim». Per altro lo stesso Kkr ha posto come condizioni che il cda di Telecom dia il proprio assenso, così come le autorità. (Il Sole 24 ORE)

Da parte sua, l'amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, avrebbe già dato al governo la sua disponibilità. Il piano di KKR, quindi, oltre al supporto del governo vedrebbe meno ostilità da parte dei concorrenti di Tim, ha affermato Equita Sim (Milano Finanza)

In pratica, hanno commentato gli analisti, 'il piano Kkr, oltre al supporto del Governo, vedrebbe meno ostilita' da parte dei concorrenti di Tim'. Ad ogni modo occorrera' attendere la posizione del board di Tim e quella delle autorita' europee (Borsa Italiana)

Tim sale ancora, +15% Vivendi non si arrende. Draghi: "Priorità la rete"

IL PROGETTO DI KKR SULLA RETE DI TIM. Il progetto del fondo americano Kkr sugli asset di Tim è basato sullo scorporo della rete per offrirla “a termine” a Cdp (controllata dal Mef), orientativamente dopo qualche anno, a riassetto completato. (Startmag Web magazine)

Comunicazione asciutta. “In questi giorni il Governo ha tenuto “un profilo di comunicazione asciutto, esattamente quella che la vicenda richiede”, ha detto Giorgetti Parlare allo stato di possibile esercizio dei poteri speciali previsti dalla vigente normativa o di altre tipologie di iniziative è pertanto prematuro in quanto occorrerà attendere gli sviluppi per conoscere il contenuto concreto dell’operazione, che andrà vagliata sotto tutti gli aspetti di interesse nazionale e strategico”. (Key4biz.it)

Vivendi punta ancora a una revisione della governance per giocare da protagonista non solo le sorti della rete ma, a questo punto anche la proposta di Kkr. Mentre per il coordinatore nazionale, Antonio Taiani, «Forza Italia è per il libero mercato: ma la rete deve restare sotto controllo dello Stato» (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr