L'ad di Pfizer: aumenteremo drasticamente le forniture all'Europa

Rai News ECONOMIA

"Per ora il vaccino Pfizer ci risulta sicuro sulle varianti", afferma Bourla.

Nel nostro stabilimento di Puurs, in Belgio, entro maggio programmiamo di raggiungere il ritmo di circa 100 milioni di dosi prodotte al mese.

L'ad si detto "soddisfatto", perché "finora siamo sempre stati in anticipo sulla tabella di marcia.

Ne è convinto l'ad di Pfizer che fa l'esempio di Israele: "certo, Israele è un paese piccolo, con i confini chiusi

250 milioni di dosi in questo trimestre L'ad di Pfizer: aumenteremo drasticamente le forniture all'Europa "Realistico un ritorno alla normalità in autunno". (Rai News)

La notizia riportata su altre testate

E comporterà che non solo la produzione dei vaccini, ma anche di tutti i componenti essenziali, avrà sede nell’Ue. 15 aprile 2021 a. a. a. Circola ormai da qualche giorno l’indiscrezione secondo cui l’Unione europea sarebbe intenzionata ad affidarsi solo a Pfizer e Moderna a partire dal prossimo anno. (LiberoQuotidiano.it)

In questo trimestre consegneremo oltre quattro volte di più di quanto abbiamo fatto nel primo trimestre: 250 milioni di dosi, dopo averne date 62 fino a marzo. Credo siano soddisfatti, come noi, perché finora siamo sempre stati in anticipo sulla tabella di marcia. (LiberoQuotidiano.it)

Ma in Israele si vedono i veri effetti del vaccino: quando copri una parte importante della popolazione, diventa possibile tornare quasi alla vita di prima. Bourla fa sapere che Pfizer ha in programma “di aumentare drasticamente le forniture di vaccini ai Paesi europei nelle prossime settimane”. (Virgilio Notizie)

E arriverà anche un vaccino per bambini”. Albert Bourla, amministratore delegato della casa farmaceutica Pfizer, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera che l’ha pubblicata sul proprio sito. (IlNapolista)

“E’ estremamente importante azzerare la fascia di popolazione che puo’ essere suscettibile al virus”, ha spiegato Bourla,”riteniamo che una terza dose possa alzare la risposta immunitaria da dieci a venti volte” Lo ha dichiarato l’amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla, in un’intervista alla Cnbc. (Nordest24.it)

Certo, c’è sempre la possibilità che qualcosa vada storto, come si vede dai problemi che stanno avendo altre aziende. Un aumento drastico delle forniture all’Europa, la certezza che per ora il vaccino risulta “sicuro” sulle varianti e sulle persone. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr