Regione: “Asili nido, lavoriamo per colmare un vuoto”

Levante News Levante News (Interno)

“Come Regione Liguria vogliamo far sopravvivere tutti i luoghi che si occupano dei bambini più piccoli.

Le stesse procedure che verranno assunte per la parte dai 3 ai 6 anni, varranno anche per la parte 0 – 3 anni”.

Su altri media

Con relativo esborso privato proprio nei territori che detengono i redditi più bassi (e quindi rinunciano più spesso ad avvalersi del servizio). Tenuto conto che la spesa per i nidi è di 88 euro l’anno per un bambino residente in Calabria e di 2.209 euro l’anno nella Provincia Autonoma di Trento. (Quotidiano del Sud)

Giovedì 21 maggio alle 15 davanti a palazzo Strozzi Sacrati, in piazza del Duomo a Firenze si terrà una manifestazione organizzata dalla Fan (Federazione Asili Nido) di Firenze e dal comitato "Educhiamo" della Toscana dedicata ai problemi della chiusura degli asili. (gonews)

“La ripresa delle attivita’ lavorative – conclude Piani – ha. portato alla luce il fondamentale ruolo dei servizi. dell’infanzia nel sostenere le famiglie lombarde a ritornare ad. ‘nuova normalita”. (La Voce di Mantova)

Ma poi, "perché un nido non può riaprire quando l’ultimo mese di ogni “anno scolastico“ è organizzato come centro estivo?". Anna Podestà ha due strutture, una immersa nel verde della Brianza, a Lesmo, una in centro a Milano, in corso Italia (IL GIORNO)

Questo perché c'è un vuoto normativo e non è stata più prevista la misura della cassa integrazione per asili nido e scuole dell'infanzia, ai quali non viene dato nemmeno il diritto di riaprire”. Cinzia D'Alessandro è la titolare di un nido e una scuola dell'infanzia a Milano (La7)

Dispiace e preoccupa constatare che il recente ‘Decreto Rilancio’ approvato dal governo dimentichi i più piccoli, relegando ad un ruolo di assoluta marginalità anche i gestori dei nidi privati, che costituiscono una ricchezza irrinunciabile per il nostro territorio”. (askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr