"Ero a Comeana ma io non c’entro"

La Nazione SALUTE

Secondo le indagini, e secondo le affermazioni del primo fermato, a premere il grilletto sarebbe stato il 55enne Stefano Marrucci, pluripregiudicato in fuga.

Forse già oggi, Costa dovrebbe comparire davanti al giudice di Prato per la convalida del fermo

Il fiorentino avrebbe accompagnato l’amico, senza sapere queli fossero le sue intenzioni e senza sapere che questi fosse armato.

Andrea Costa, 35 anni, fiorentino delle "minime" di via Rocca Tedalda, era a Comeana mercoledì pomeriggio. (La Nazione)

Su altre fonti

Un uomo è stato fermato dai carabinieri per l’omicidio di Gianni Avvisato, il 38enne ucciso ieri pomeriggio con un colpo di pistola a bruciapelo sulla soglia della sua abitazione a Comeana. Nelle sette ore di interrogatorio il fermato che ha piccoli precedenti per droga, avrebbe ammesso di essere stato presente a Comeana in occasione del delitto, addebitando però la responsabilità dell’omicidio all’uomo che era con lui, tuttora ricercato dai carabinieri. (tvprato.it)

I due avevano litigato per strada con Avvisato per poi sparargli e darsi alla fuga in auto. L'uomo, di professione imbianchino, giovedì era insieme al presunto assassino di Gianni Avvisato, il personal trainer di 38 anni ucciso giorni fa sulla porta di casa con un colpo di pistola. (Toscana Media News)

A casa di Andrea Costa non è stata trovata. Il fermato, che comparirà di fronte al gip per la convalida nei prossimi giorni, è stato interrogato nella caserma dei carabinieri fino alle sei del mattino confermando che Marrucci era insieme a lui quando si è presentato a casa di Gianni Avvisato (La Nazione)

Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip nell’udienza di convalida al tribunale di Prato l’imbianchino di 39 anni arrestato dai carabinieri dopo l’omicidio di Comeana. I difensori del 39enne hanno chiesto al giudice di modificare la misura cautelare dall’arresto in carcere – dove l’imbianchino si trova tuttora – ai domiciliari (tvprato.it)

Forse sono stati due ex amici. Le ultime parole: «Mi hanno sparato, salvatemi». Raccontano i testimoni di averlo sentito gridare terrorizzato quel ragazzone che non aveva paura di nessuno. (Corriere della Sera)

I vicini di casa hanno sentito almeno uno sparo e avrebbero visto due persone che subito dopo sarebbero scappate a piedi. “Aiuto, aiuto, mi hanno sparato”. (Zoom24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr