CTS: «Pubblico a Euro 2020? Impossibile stabilirlo, valutiamo più avanti»

CTS: «Pubblico a Euro 2020? Impossibile stabilirlo, valutiamo più avanti»
Cagliari News 24 SPORT

Il Cts ha parlato della possibilità di vedere il pubblico ad Euro 2020 dopo quanto stabilito ieri dalla Figc.

Impossibile stabilirlo ora

Non è stato possibile confermare la presenza del pubblico, ma è stata sottolineata la disponibilità a rivedere la questione nelle prossime settimane.

CTS – «Pubblico a Euro 2020?

Le sue parole. Come riportato da Calcionews24, oggi gli esperti del Comitato tecnico scientifico hanno valutato le richieste della Figc per quanto riguarda il pubblico negli stadi. (Cagliari News 24)

Ne parlano anche altre testate

Le 12 città coinvolte, quindi, lotteranno contro il tempo soddisfare le condizioni e garantire che si giochi nella massima sicurezza. Per questo motivo ha annunciato che prorogherà fino al 28 aprile il termine per presentare un piano che preveda la presenza d pubblico negli stadi. (TUTTO mercato WEB)

Ecco quanto scrive il CTS:. «Pubblico a Euro 2020? Oggi gli esperti del Comitato tecnico scientifico hanno valutato le richieste della Figc per quanto riguarda il pubblico negli stadi. (MilanNews24.com)

Per Wembley si farà comunque un’eccezione, dal momento che il numero è più del doppio di quanto permesso dalla roadmap disegnata dal governo. Un massimo di 22.500 tifosi a Wembley per ogni gara della Nazionale inglese: sono questi i numeri che la FA ha garantito alla UEFA in occasione di EURO 2020, secondo quanto riportato dal Times. (Calcio e Finanza)

EURO2020, niente pubblico sugli spalti a Bilbao

FORMELLO - Lazio, Farris guida la seduta: Luis Alberto differenziato. Serie A, le strisce di vittorie più lunghe: Lazio al quarto posto. TORNA ALLA HOME Tifosi allo stadio agli Europei 2020? (La Lazio Siamo Noi)

Il CTS infatti ha deciso che ad oggi non è possibile confermare che gli incontri degli Europei di calcio previsti in Italia tra giugno e luglio si svolgeranno con la presenza del pubblico, lasciando aperta però la disponibilità a rivedere la questione nelle prossime settimane alla luce dell'evoluzione del quadro epidemiologico e dell'andamento della campagna di vaccinazione in corso in Italia. (Sport Fanpage)

“La decisione che prenderà la Uefa — si legge — non sarà responsabilità della RFEF”, che spiega di aver già fatto tutto il possibile segnalando le criticità del piano basco. Per certi versi, vedendo la situazione spagnola una decisione del genere può sembrare paradossale (GianlucaDiMarzio.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr