Reati finanziari a danno di parenti, parrocchia e di una fondazione: grossi guai per un sacerdote

Reati finanziari a danno di parenti, parrocchia e di una fondazione: grossi guai per un sacerdote
OssolaNews.it ESTERI

Un procedimento penale è stato aperto nei giorni scorsi a carico di un 40enne sacerdote, cittadino svizzero, residente nel Luganese.

Alla luce dei numerosi atti istruttori già predisposti o ancora da svolgere e in ragione della delicatezza della vicenda, non verranno rilasciate ulteriori informazioni

Successivamente è stata anche fermata un'altra persona il cui coinvolgimento nei fatti è oggetto di verifiche. (OssolaNews.it)

La notizia riportata su altre testate

Secondo arresto nell’inchiesta penale per truffa, appropriazione indebita e riciclaggio promossa dal procuratore pubblico, Daniele Galliano. Entrambi gli indagati, per cui dunque il Gpc ha convalidato gli arresti, devono rispondere degli stessi reati. (laRegione)

“Il danno causato alla fondazione Tamagni è minimo e non ne preclude l’attività”. (Ticinonews.ch)

In un breve comunicato stampa, Maurizio Tamagni ha dichiarato: “In merito all’incriminazione di don Samuele, vicepresidente, nonché mio fratello e zio di Damiano, il Consiglio di fondazione si riunirà la settimana prossima e prenderà una posizione ufficiale. (laRegione)

Nome sì, nome no: i nostri criteri

Gli illeciti sarebbero stati compiuti soprattutto ai danni di alcuni famigliari. Nei suoi confronti il procuratore pubblico Daniele Galliano ipotizza le accuse di truffa, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro. (RSI.ch Informazione)

Il sacerdote, forse assalito dai sensi di colpa, si è presentato spontaneamente in procura lo scorso 19 novembre e al termine dei verbali d'interrogatorio, è stato arrestato. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Daniele Galliano, al quale la Curia vescovile garantisce «piena collaborazione», dicendosi nel contempo «sorpresa e addolorata» per la vicenda (Ticinonline)

In questo caso dunque, considerato anche che don Samuele è reo confesso, la valutazione circa l’interesse pubblico preponderante era data. Il nome infine è stato fatto, in un comunicato stampa e online, anche dalla Fondazione Damiano Tamagni, presieduta dal fratello dell’indagato (RSI.ch Informazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr