Estorsione aggravata da metodo mafioso: arresti e perquisizioni in Veneto - TGR Veneto

Estorsione aggravata da metodo mafioso: arresti e perquisizioni in Veneto - TGR Veneto
TGR – Rai INTERNO

In alcuni casi sono state organizzate vere e proprie spedizioni punitive armate nei confronti di chi non sottostava alla egemonia imposta dal capo del gruppo criminale.

Nel video di Cesare Cappello, Tgr Veneto, un momento dell'operazione

Un momento dell'operazione. Arresti in Friuli Venezia Giulia e in Veneto per estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Personale della Direzione Investigativa Antimafia e del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Trieste hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di numerosi soggetti. (TGR – Rai)

Su altri giornali

Nel corso delle attività di polizia giudiziaria è stata sequestrata nella sua abitazione la somma equivalente di 100.000 euro in corone della Repubblica Ceca. Proprio quella presenza da noi temuta e contrastata sin dal primo giorno in cui siamo entrati in consiglio regionale”. (Il Friuli)

I rappresentanti della Fiva Confcommercio del Friuli-Venezia Giulia e di Udine fanno sapere di non avere ricevuto in passato segnalazioni di minacce o taglieggiamenti da parte degli associati e sottolineano come la categoria del nostro territorio sia sana Blitz contro una banda di estorsori che taglieggiava venditori ambulanti. (TGR – Rai)

Secondo il presidente della Commissione parlamentare antimafia è ora necessario sollecitare l'attenzione e la sensibilità dei cittadini, degli operatori economici a denunciare, a porre subito un argine a queste degenerazioni mafiose». (Telefriuli)

Estorsioni e “spedizioni punitive” contro commercianti: la Dia di Trieste esegue arresti in Veneto e Fvg

Il filone reso noto riguarda in particolare il mercato di Bibione “I giovedì del lido del sole” dove il capo clan, un napoletano di 60 anni da anni residente a Latisana, aveva impedito e imposto solo operatori suoi amici. (Telefriuli)

Estorsione e metodi mafiosi, nove arresti tra Friuli Venezia Giulia e Veneto. Le perquisizioni stanno interessando le abitazioni, i negozi e alcuni magazzini di proprietà o riconducibili agli indagati e sparsi tra Lignano, Latisana, Pordenone, Sesto al Reghena, Portogruaro e, appunto, Bibione. (Il Messaggero Veneto)

Gli arrestati devono rispondere, a vario titolo, di diversi episodi di estorsione aggravata dal metodo mafioso, per avere costretto – con reiterate condotte intimidatorie – numerosi commercianti ambulanti friulani e veneti a non esercitare la propria attività imprenditoriale ed al fine di impedire il regolare svolgimento, a Bibione, della nota manifestazione fieristica estiva denominata “I Giovedì del Lido del Sole”. (TriestePrima)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr