La Valle d’Aosta ha l’incidenza di contagi più alta d’Italia, Lavevaz firma la nuova zona rossa

Approfondimenti:
La Stampa INTERNO

«Una percentuale più esigua di quella registrata a livello nazionale – dice Guido Giardini, direttore sanitario Usl -

Mentre il virus non molla la presa e la Valle d’Aosta registra l’incidenza più alta d’Italia con 449 nuovi casi ogni 100 mila abitanti negli ultimi sette giorni, attivando da ieri il reparto Covid 3 (Chirurgie) e prolungando la zona rossa, manca ancora all’appello della vaccinazione anti Covid il 22 per cento dei dipendenti Usl, circa 600 su 2.800. (La Stampa)

Ne parlano anche altri giornali

Per la Campania invece perlomeno fino al 20 aprile sarà zona rossa dato che la Regione ci è finita la scorsa settimana proprio per l’alto indice Rt. di Luciano Fassari. 08 APR - L’Italia torna a tingersi di arancione e circa 25 mln di italiani lasceranno la zona rossa. (Quotidiano Sanità)

Secondo quanto comunicato dalla polizia cantonale del Vallese, il sinistro ha avuto luogo poco prima delle 17. L’uomo è morto all’ospedale di Berna, dove era stato trasportato dall’elicottero di Air Zermatt venerdì scorso, 3 aprile, dopo essere stato recuperato sul luogo dell’incidente, ad un’altitudine di 3.120 metri. (AostaSera)

Nella settimana tra il 31 marzo e 6 aprile in Valle d’Aosta risulta in peggioramento l’indicatore relativo ai casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (957), mentre si registra una diminuzione del 5,8% dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente. (gazzettamatin.com)

Calano nuovi casi Covid in Valle d'Aosta

Da inizio emergenza i morti nella Regione sono stati 434 I casi positivi attuali sono 1112, in flessione di 61 unità rispetto a ieri, di cui 59 ricoverati in ospedale, 12 in terapia intensiva e 1.041 in isolamento domiciliare. (Adnkronos)

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, la percentuale di popolazione valdostana che ha completato il ciclo è pari al 6,4% (poco più alta della media italiana del 6%); quella degli over 80 è del 32,3% (inferiore alla media Italia 36,8%) e quella della fascia 70-79 anni è del 3% (più alta della media Italia che è del 2,2%) (Valledaostaglocal.it)

Il monitoraggio indica anche che in ospedale hanno superato la soglia di saturazione i posti letto occupati da pazienti Covid in Terapia intensiva (50 per cento). (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr