Processo Eternit bis, a porte chiuse fino alla fine dell’emergenza Covid

La Stampa INTERNO

Novara, uno striscione fuori dall'aula magna dell'Università del Piemonte Orientale dove si celebra il processo Eternit bis. Saranno ammessi 15 giornalisti e concesse riprese tv.

Prima udienza iniziata intorno alle 10,45 di oggi 9 giugno del processo Eternit bis davanti alla Corte d’Assise di Novara, presieduta da Gianfranco Pezone.

Processo Eternit bis, l'avvocato del Comune di Casale: "Chiediamo giustizia, ci sono ancora morti". (La Stampa)

Su altre testate

Una delegazione di una trentina di familiari delle vittime dell'amianto ha voluto essere presente alla prima udienza. Il tribunale ha chiesto la disponibilità dell'aula magna dell'università Perrone, visto il numero di parti civili, per celebrare il processo nei prossimi mesi anche alla luce delle normative anti-covid sul distanziamento. (La Stampa)

Con questo messaggio, a un giorno dalla ripresa del processo Eternit di Novara (mercoledì 9 giugno), le scuole monferrine si sono ritrovate questa mattina al Parco Eternot (espressione della rinascita) per suggellare la loro presenza cosciente, consapevole ed emotiva durante questa nuova fase giudiziaria. (Il Monferrato)

#coronavirus #COVID19 #COVID pic.twitter.com/mX64H9pXAv — Luca Gattuso (@LucaGattuso) June 9, 2021 Al via il processo Eternit bis. Si è aperto oggi a Novara il processo Eternit “bis”, per 392 vittime dello stabilimento dell’alessandrino. (Radio Popolare)

"Eternit: giustizia": a Novara i familiari delle vittime dell'amianto per il processo bis

Le limitazioni per il Covid hanno colpito anche la presenza e la partecipazione di chi oggi voleva essere di presenza al processo. Sempre vittime dell'amianto (La Stampa)

«La legge è uguale per tutti» campeggia davanti ai famigliari delle vittime di amianto, i sindaci del Casalese, sindacati e associazioni che la giustizia dei tribunali la aspettano da 12 anni. Leggi. Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Sono passati 35 anni da quando l’Eternit di Casale Monferrato ha chiuso i battenti, ma nella sede dell’Associazione famigliari e vittime dell’amianto (Afeva), il telefono non ha mai smesso di squillare. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr