Denise Pipitone, la storia della bimba scomparsa a Mazara del Vallo

Denise Pipitone, la storia della bimba scomparsa a Mazara del Vallo
Sky Tg24 INTERNO

Il padre, Toni Pipitone, 40enne, fa il muratore; la madre, Piera Maggio, di 35 anni, è casalinga.

Il 27 giugno 2013 Jessica, a 26 anni, viene assolta dal Tribunale di Marsala, la richiesta di condanna dei pm era di 15 anni di reclusione

Denise sarebbe figlia naturale di Pietro Pulizzi, nata da una relazione extraconiugale della madre Piera Maggio.

Le indagini sui familiari di Denise. Il 5 maggio 2005 Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise, è indagata per concorso in sequestro di persona. (Sky Tg24 )

Su altre testate

Altro non posso dire" Sul caso Denise Pipitone, "ho appena ricevuto la comunicazione, via mail, dall'avvocato di Olesya, a questo punto parteciperò al programma russo. (Adnkronos)

Restiamo cauti, ma è ovvio che se davvero dovesse essere Denise sarebbe una gioia enorme per l’intera comunità, un segnale grandioso in questo momento caratterizzato dalla tristezza quotidiana." Denise Pipitone, il pm dell'inchiesta sulla ragazza russa: "Una buffonata (Corriere dell'Umbria)

06 aprile 2021 a. a. a. Possibile svolta nel caso di Denise Pipitone. "Ho l'embargo sul contenuto - spiega ancora l'avvocato - posso solo dire che trasmetteremo tutto in Procura a Marsala e i magistrati sanno cosa fare". (Liberoquotidiano.it)

Denise Pipitone, l’avvocato polemico con la tv russa: 'Questa vicenda non è un reality show'

Hanno negato la possibilità di qualsiasi contatto tra Piera Maggio e Olesya. 06 aprile 2021 a. a. a. Sul caso Denise Pipitone la strumentalizzazione russa raggiunge livelli inauditi. (Liberoquotidiano.it)

Caso Denise, il legale della madre: "Non partecipiamo al programma russo se non ci danno prima il Dna". (fotogramma). Lo dice l'avvocato Giacomo Frazzitta, il legale che assiste Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, dopo che la tv russa ha rilanciato la vicenda di Olesya Rostova (La Repubblica)

“Abbiamo accettato la loro proposta di un faccia a faccia in tv – spiega l’avvocato – con l’obiettivo di fornire alla Procura tutta la documentazione necessaria per fare chiarezza su questa vicenda. Non vogliamo sottostare a nessun ricatto né contribuire all’audience di alcuna trasmissione. (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr