Coronavirus, il ballo di medici e pazienti ricoverati nell'ospedale di Wuhan

La Repubblica La Repubblica (Salute)

Wuhan, capitale della provincia di Hubei della Cina centrale, ha convertito molti edifici in ospedali per far fronte all'elevato numero di pazienti che hanno contratto il coronavirus.

"Speriamo di rendere l'atmosfera più positiva portando i pazienti a fare alcuni esercizi di respirazione e ballando di tanto in tanto", ha detto Chen Xiaoyan, capo infermiere dell'ospedale Zhongnan dell'Università di Wuhan, preoccupato che i pazienti possano sentirsi nervosi e cadere in depressione.

Ne parlano anche altri giornali

I numeri. Delle 59.900 tute necessarie ogni giorno, i medici e le infermiere di Wuhan ne hanno solo 18.500, ha spiegato il vice sindaco, Hu Yabo. Lavora così, spesso in assenza di un'adeguata protezione, il personale ospedaliero di Wuhan, la città cinese focolaio dell'epidemia. (Sky Tg24 )

In precedenza, lo stesso club aveva annunciato una donazione di 300 mila mascherine al capoluogo dello Hubei per sostenere la lotta contro l’epidemia. Secondo quanto appreso, la società dell’Inter, insieme all’Amity Foundation del gruppo Suning, metterà in vendita le magliette indossate da 5 giocatori durante il derby, i ricavi verranno devoluti interamente alla città di Wuhan (Radio Cina Internazionale)

La prima volta Niccolò avrebbe dovuto fare ritorno con un volo dell’Aeronautica militare italiana, la seconda volta con uno dell’Aeronautica militare britannica. Non c’è uno slot disponibile per far atterrare il volo italiano all’aeroporto, la Cina blocca a Wuhan il ragazzo italiano di diciassette anni. (News Mondo)

Coronavirus in Cina: sequestrati 38.000 animali venduti illegalmente. Fonte immagine: cynoclub via iStock. Le autorità cinesi hanno sequestrato più di 38000 animali selvatici, venduti illegalmente dopo il divieto imposto data l'esplosione del coronavirus. (GreenStyle)

Le autorità sanitarie cinesi hanno diffuso un nuovo bilancio dell'epidemia di coronavirus. In Italia, fino ad oggi, i contagi confermati sono tre e riguardano una coppia di turisti cinesi e un italiano rientrato da Wuhan (ilGiornale.it)

Anche l’Indonesia ha sospeso i visti per i visitatori dalla Cina e ha bloccato tutti i collegamenti aerei diretti con gli aeroporti cinesi. Per contrastare la diffusione del coronavirus diversi governi hanno introdotto restrizioni ai viaggi da e per la Cina. (AsiaNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.