Eicma 2021, dalla Vespa di Bono Vox alla bici di Valentino Rossi: le 20 due ruote più interessanti viste in fiera - Corriere.it

Corriere della Sera ECONOMIA

Moto Guzzi riparte dalla V100 Mandello. «Guzzi V100 Mandello rappresenta l’inizio di un percorso di rinnovamento che riguarderà anche la storica sede», ha spiegato Michele Colaninno, responsabile sviluppo e innovazione del gruppo Piaggio.

Al debutto della v100, con Roberto Colaninno, presidente del Gruppo Piaggio, hanno partecipato anche Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico, e Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia

La piattaforma su cui è stata sviluppata sarà utile anche per altri modelli che ci consentiranno di triplicare la produzione a Mandello». (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Le moto prodotte saranno soltanto 1946, omaggio alla nascita della Repubblica italiana e al primo anno di unione tra Moto Guzzi e Corazzieri. (LeccoToday)

"E' una moto senza categorie - ha commentato Diego Arioli, Responsabile Marketing di Prodotto di Guzzi - con una nuova piattaforma E' la prima moto al mondo con aerodinamica adattiva e anche la prima Moto Guzzi che usufruisce di sospensioni semiattive, piattaforma inerziale, cornering ABS e raffreddamento a liquido. (Giornale di Sicilia)

Debutta anche il raffreddamento a liquido per una Moto Guzzi mentre la frizione a bagno d’olio è idraulica. Per prima cosa sarà la prima moto con aerodinamica adattiva, e la prima Moto Guzzi dotata di soluzioni elettroniche avanzate come l’unità di misura inerziale a sei assi, cornering ABS, sospensioni semiattive e quickshifter. (Tech Princess)

La protagonista assoluta scelta da Moto Guzzi per questa edizione di EICMA è la V100 Mandello. La novità sulla V100 Mandello è l’aerodinamica adattiva (Giornalemotori)

«È una moto senza categorie - ha commentato Diego Arioli, Responsabile Marketing di Prodotto di Guzzi - con una nuova piattaforma La V100, con il suo debutto ufficiale per ora previsto nell’estate 2022, sarà la Moto Guzzi che non c’è mai stata, caratterizzata da tecnologie di avanguardia e una porta aperta su futuro. (Il Messaggero - Motori)

A partire dalle forme del serbatoio, dai fianchetti sottosella, fino al cupolino, che richiama la Le Mans 850 III del 1981. Lo fa con uno stile tutto suo, che reinterpreta in chiave moderna i capisaldi tipici del linguaggio stilistico Moto Guzzi (Motoblog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr