Sul Lago di Como commemorazioni di Mussolini, contro manifestazione dell'Anpi

Corriere TV INTERNO

L'Anpi e associazioni anti fasciste hanno risposto organizzando una contro manifestazione

(LaPresse) Un centinaio di nostalgici e neofascisti si sono radunati prima a Dongo, poi a Giulino sul lago di Como per commemorare Benito Mussolini e i gerarchi fucilati dai partigiani il 28 aprile 1945.

(Corriere TV)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Io l'ho presa e l'ho fatta alzare dal divano, le ho detto di vestirsi per andare via" Dopo la spaghettata, Vittorio Lauria avrebbe dato alla ragazza "un pantaloncino e una t-shirt per dormire. (Yahoo Notizie)

Tra tensione e polemiche. Ogni anno la manifestazione scatena molte polemiche e momenti di tensione tra le due fazioni. Tensione a Dongo, in Provincia di Como, per la manifestazione organizzata dai neofascisti dell’associazione “Mario Nicolini” in commemorazione dei caduti della Repubblica Sociale Italiana e la protesta di anti fascisti. (Prima Lecco)

Da una parte «Presente» e saluti romani. Nessun presidio antifascista e un numero maggiore di persone un paio d’ore più tardi a Giulino di Mezzegra, dove furono uccisi Mussolini e la Petacci. (Corriere del Ticino)

Saluti romani in ricordo di Mussolini

In un’altra area della piazza, dietro a delle transenne, a protestare c’era una delegazione di circa 300 antifascisti chiamati a raccolta dall’Anpi per dire “no al fascismo”. (Il Riformista)

La manifestazione a Dongo, in una piazza blindata con polizia e carabinieri in tenuta antisommossa, è durata pochi minuti: il tempo di scandire i nomi dei morti della Rsi da commemorare A Dongo, dove anche Mussolini e Petacci furno catturati, vennero giustiziati i gerarchi fascisti catturati dai partigiani. (Corriere TV)

Domenica mattina a Dongo (Ansa). Si è svolta così, tra saluti romani da una parte, "Bella ciao" e slogan dall'altra domenica mattina in piazza Paracchini a Dongo la commemorazione dei gerarchi fascisti fucilati il 28 aprile del 1945, una cerimonia organizzata dall'associazione Mario Nicollini di Como, autorizzata da Questura e Prefettura e contro la quale si sono alzate molte voci da parte dell'ANPI, dei sindacati e di politici di sinistra. (RSI.ch Informazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr