Chi è Hermes Ferrari, lo “sciamano di Montecitorio” in piazza contro le chiusure

Chi è Hermes Ferrari, lo “sciamano di Montecitorio” in piazza contro le chiusure
Più informazioni:
Today.it INTERNO

Se questo è l'unico modo per farmi sentire, lo faccio”, ha detto Ferrari, ristoratore modenese in trasferta a Roma.

Si tratta di Hermes Ferrari, ristoratore modenese 51enne, padre di una figlia di 20, in trasferta a Roma.

“Mi sono vestito così perché Jake Angeli ha fatto il giro del mondo, tutti lo hanno visto.

“Riapriamo perché sennò chiudiamo per sempre”, aveva detto Ferrari in quell’occasione in un’intervista a ModenaToday

‘. (Today.it)

La notizia riportata su altre testate

La linea di Draghi resta quella “scientifica”: aperture graduali solo se i dati lo permetteranno, con attenzione particolare alla scuola. Da gennaio questa piazza ospita quasi ogni giorno manifestazioni di intere categorie condannate alla chiusura ormai quasi da un anno. (Tiscali Notizie)

“Allora abbiamo chiesto che fosse ricevuta una delegazione” “Ci stiamo lavorando ci è stato risposto dagli uomini dei servizi dell’ordine pubblico”. “Siamo vivi, siamo qui!” sono le prime parole dei ristoratori del movimento di #Ioapro, una delle sigle che ieri è scesa in piazza a Montecitorio dove si sono verificati degli scontri con le forze dell’ordine. (FirenzeToday)

Dobbiamo ancora pagare le forniture della scorsa stagione ma intanto non abbiamo guadagnato. ", è lo sfogo di uno dei negozianti in via Carlo Poerio (Sky Tg24 )

Giornata di fuoco a Montecitorio: la rabbia dei lavoratori si prende la piazza

Per il suo travestimento da “sciamano”, Ferrari si è ispirato a Jake Angeli, si è dipinto sulla faccia il tricolore ed è sceso in Piazza diventando di fatto l’icona della protesta Il grido di Ferrari è forte, chiede insieme agli altri protestatori un intervento chiaro e deciso che conduca alle riaperture del settore ristorazione, ormai al collasso. (Notizie.it )

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito. (Agrpress)

Montecitorio diventa un catino, nel quale ribollono i sentimenti di una fetta di lavoratori lasciati perlopiù a casa dalla pandemia e solo in parte compensati dai sostegni. LEGGI ANCHE > > > Sport e ristori, il Decreto Sostegni aggiusta il tiro: fondi e requisiti. (ContoCorrenteOnline.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr